Glass catamarano Goli otok-Grgur

 

Gita in barca a Goli Otok - Grgur 

Venite e vivete un'esperienza indimenticabile del mare Adriatico a bordo della nostra attrattiva nave per giri panoramici e l'osservazione del fondo marino! Glass-katamaran "GRGA” parte dal porticciolo "San Marino" e vi fa vedere le stupendi panoramiche delle spiagge Stolac, Sahara, Dubac e dell' Isola di S. Gregorio, e Isola Goli.

L’isola nuda (Goli otok), oppure chiamato “L’Alcatraz croato”, è una delle più famose e più famigerate prigioni in Europa dopo la seconda guerra mondiale. È stata aperta nel 1948 e chiusa nel 1988.

Per un breve periodo, durante la prima guerra mondiale su quest’isola erano internati i prigionieri russi, ma la sua storia più orribile succede nel periodo di “Informbiro”, dal 1949 al 1958, quando ci s’incarceravano e torturavano i detenuti politici, avversari del regime comunista di Tito, cioè seguaci del regime di Staljin. L’inferno di quest’isola ha vissuto più di 16 000 condannati (dai quali cca. 400 persone ha perso la vita dalla malattia o esaurimento). A volte nello stesso tempo più di 3 500 persone c’erano incarcerate.

Sull’Isola Nuda si praticavano punizioni orribili volendo distruggere la personalità dei prigionieri. I condannati erano forzati di fare pesanti lavori fisici nelle cave di pietre e nei vari impianti…

Prima dell’arrivo dei primi condannati (il 9 luglio 1949) l’isola era completamente brulla. I condannati stessi l’hanno rimboscata e costruita. La forte bora invernale e terribile calore estivo aggravavano il loro destino assai pesante.

Nel 1950 nella valle di Segna è stato costruito il cosiddetto campo R-5 dove erano incarcerate le donne – detenute politiche. Dal 1958, quando il regime non era più così rigoroso, sull’isola arrivano altri condannati (criminali…).

La fuga dall’isola era quasi impossibile (la rigorosa sorveglianza, le forti correnti, la distanza dalla terraferma…). Tutto succedeva sotto un velo di segreto, e da poco fa la verità è stata scoperta.

Nel 1989 il comune d’Arbe, HTP Imperial e GP Jedinstvo prendono in consegna la direzione sull’isola. L’isola si apre per le visite e gite turistiche. Nel 1992 si chiude per la causa di guerra, rimanendo devastata e lasciata alle ingiurie del tempo.

 

L’isolotto di Sv. Grgur (San Gregorio) è situato tra Lopar, l’isola di Veglia, l’isola di Prvić (Pervicchio) e l’isola di Goli otok (Isola calva), ed è la seconda isola più verde dell’Adriatico. Visto il suo ricco manto verde, gli abitanti di Lopar da sempre vi portavano le pecore a pascolo. Oggi sono visibili i resti del campo di concentramento femminile e una 50-ina di casematte offensive integrate nel paesaggio roccioso. L’isola è particolarmente ottimale per lo sviluppo del turismo di caccia.

Le sue stupende baie, le spiagge, i boschi e l’atmosfera della natura incontaminata attraggono numerosi velisti ed escursionisti.

Sull’isola di Sv. Grgur è situata anche una struttura alberghiera di recente apertura, mentre i daini che mangiano dalle mani dei turisti rappresentano una vera e propria attrazione.

Photogallery

337617bc41347c3651cef9da8f7eff06.jpge789be0ec9b25a43fc90f49fe564e605.jpg638073c5cb0d37a7913de9328b44ae36.jpgec58264e825e69114dcc07ce07619a33.jpgf990db2b8d8350817758c4b33fca53ec.jpg790a44db38785d637efbfe58f3ed8610.jpg4a19b09d42050d20473d0f70b1fa30bb.jpg76244a748538a2050a1a4f3e072349e2.jpgdf219163b9f611b257625c9ff93de3bb.jpg10bf59681222f36dfd333300e2f81481.jpgad038f220b2f4b89c421ffbe33075f4c.jpg72b82521df411c5c58b68f8caa8ea64b.jpga69bcb2b908217d2c00da39603599c4a.jpgcc4a523e1c06a45ee2b99897432dce91.jpgfb1ad213eb7446697453d4a20d55e254.jpg879c052bf07490e012970974b73b3c0a.jpg4248243c0581f0b8407af57ddd632457.jpg52db88f715e9d3968ba27859242ffdf2.jpga69aedee179d5555d621b27d0ab21c46.jpg93ba9a0e00b5ef1f9526f8d98b5726b0.jpg2c0f795c849a3aea02df77eb8a8f60da.jpg